Il sale del benessere

A SPASSO NELLA STORIA….

Nel I secolo d.C. Plinio nel suo Naturalis Historia attribuiva al sale diversi benefici nelle malattie respiratorie e per il trattamento di problemi cutanei. L’uso curativo del sale e delle sue cave ha però una storia ancora più remota nel tempo e trova le sue origini nella mitologia e nella religione.

In era neolitica i primi uomini utilizzavano il sale per proteggere e conservare i cibi; Il primo utilizzo a fine religioso avviene nell’antico Egitto nel procedimento della mummificazione; Come racconta il Nuovo Testamento, per gli Ebrei il sale era simbolo di saggezza, gioia, eternità e alleanza tra Dio e uomo; Omero lo chiamava “sostanza divina” Per Platone il sale era “particolarmente caro agli dei”

IL SALE…

Il nostro pianeta è ricco di sale, non solo nei mari ma anche sulla terraferma in forma di giacimenti minerali. In natura, non esiste solo il sale da cucina comune, bensì esistono diverse centinaia di tipi di sali con diverse composizioni e possibilità d’uso. Ciò che comunemente chiamiamo sale da cucina è in realtà solo uno dei tanti sali possibili e può essere ricavato dall’acqua di mare (sale marino) oppure estratto dalle miniere (salgemma).

ACQUA E SALE IN ESTETICA

La spiegazione scientifica dell’azione del sale risiede nel fatto che i pori della pelle, a contatto con l’acqua riscaldata, pura e ricca di Sali minerali, si dilatano e permettono il passaggio dei preziosi oligoelementi che vengono liberati nel sistema sanguigno, correggendo gli squilibri e contribuendo così a ridare vitalità, energia, salute e forma a chi è stanco e sotto stress.

Moltissimi sono i modi di sfruttare il più semplice dei minerali per la propria salute e bellezza:

il peeling corpo: effettuato con una miscela di sale e olii: si tratta di un metodo ideale per disintossicare la pelle e renderla liscia e morbida. Per mezzo di un delicato movimento circolare delle mani si andrà a rimuovere efficacemente le cellule morte dalla superficie dell’epidermide;

la nebulizzazione salina: sfrutta una caratteristica comune a tutti i sali, ovvero il potere di disciogliersi in acqua. La soluzione idrosalina in combinazione con il vapore riproduce un ambiente caldo-umido ricco di aria ossigenata e di ozono che stimola l’idratazione cutanea purificando la pelle (mantenendo intatto lo strato protettivo della pelle perché il sale si deposita sulla superficie della cute e ne impedisce l’inaridimento) e il riequilibrio naturale del pH (abbassando l’acidità della pelle); genera rilassamento e agisce come un potente modulatore delle infiammazioni.

CHE COS’È LA NEBULIZZAZIONE SALINA?

Si tratta di un’esposizione a una nebbia calda salina finissima le cui particelle penetrano in profondità. libera le vie respiratorie, scioglie il muco, dona alla pelle un aspetto vellutato e morbido. Ideale per chi soffre di sinusite ed il sale sulla pelle la rende elastica e morbida

Senza titolo-1-2

QUALI SONO GLI EFFETTI BENEFICI DEI BAGNI SALINI?

Attiva la “clearance muco ciliare”

Stimolano le migliaia di piccole ciglia che tappezzano le vie respiratorie le quali, vibrando in maniera regolare attivano una continua pulizia delle vie aeree.

Battericida per la pelle

Senza il ricorso ad antibiotici ma in maniera naturale è in grado di normalizzare la flora microbica cutanea contro: psoriasi, dermatiti atopiche, eczemi, pelle grassa, acne…

Contro cellulite e la pelle a buccia d’arancia

La proprietà osmotica dei sali inalati può contribuire a contrastare la fase edematosa della cellulite e al miglioramento del microcircolo locale

Decongestionante

Contribuisce ad alleviare la fatica e migliorare la microcircolazione nelle gambe: è ideale per gli sportivi che soffrono di contusioni, rigonfiamenti ed edemi articolari.

Rilassante

Favorisce a livello neuroendocrino la produzione di serotonina e noradrenalina: è ideale per problemi del sistema nervoso come ansia, stress e disturbi del sonno